Animali: I Parassiti Esterni dei Gatti: Acari e Pulci

Gli Acari dell’orecchio

Gli acari dell’orecchio sono parassiti che si annidano nelle orecchie del gatto. Si insinuano attraverso il canale esterno e si nutrono delle scorie dei tessuti. Gli acari dell’orecchio appaiono ad occhio nudo come formazioni scure friabili attaccate alla cartilagine. Questi parassiti sono particolarmente irritanti per il gatto. Gli animali infestati, infatti, tendono a scuotere continuamente la loro testa, talvolta tentando di grattarsi violentemente le orecchie con le zampe e provocandosi talvolta ferite. Questi vigorosi scuotimenti della testa sono anche una delle cause di trasmissione degli acari da un gatto all’altro. Gli acari possono essere debellati utilizzando appositi prodotti o consultando un veterinario. Una prima sommaria e superficiale pulizia delle orecchie, per alleviare i pruriti del gatto, può essere effettuata con un cotton-fioc imbevuto di acqua ossigenata.

Le pulci dei gatti

Ci sono diverse specie di pulci. Quella specifica del gatto è la “Ctenocephalides Felis”. Tuttavia può capitare anche che i gatti siano infestati da pulci dei cani e viceversa.
 
L’arco di vita di una pulce è molto semplice. Una femmina deposita le uova nella sabbia, nello sporco, in fessure o su tessuti. Dopo alcuni giorni, le uova si sviluppano in larve. Le larve si trasformano prima in pupa, poi in pulce adulta. Il ciclo di vita è di circa trenta giorni. Ogni femmina deposita fino a 500 uova nella sua vita. Le pulci possono rimanere nello stato larvale per lungo tempo e finchè le condizioni climatiche non diventano favorevoli.

Le pulci trascorrono la loro intera vita adulta sul gatto. Sono capaci di salti notevoli nonostante le dimensioni ridotte e si annidano preferibilmente nelle parti più calde del gatto come il collo, coda o pancia. Oltre che visibili a occhio nudo scostando il pelo del gatto, segnali della loro presenza possono essere residui neri simili a forfora tra il pelo, sotto il mento e nella cuccia stessa del gatto.
Le pulci possono essere debellate con facilità utilizzando appositi prodotti per gatti, avendo poi l’accortezza di bonificare anche tutte le zone di pertinenza dell’animale.