Retro Game Story: Impossible Mission (1984)

“Another visitor. Stay awhile… staaaaay FOREVER!”… nel 1984 sentire questa voce inquietante uscire fuori dal Commodore 64 era qualcosa di incredibile. Era quella del Professor Atombender nel gioco Impossible Mission, un classico Epyx nato sul 64 e poi convertito per qualsiasi piattaforma esistente, tostapane compresi. Il platform, oltre che per le voci sintetizzate (fornite dalla stessa azienda che poi realizzerà quella che si sente nell’intro di Ghostbusters, sempre su Commodore) è anche ricordato per le animazioni ultradettagliate dell’agente segreto protagonista, che oltre a correre poteva fare degli acrobatici salti mortali. Il gioco fu interamente programmato in Assembly da Dennis Caswell, nell’arco di 10 mesi. Nel 2008 la System 3 (!) ha comprato i diritti del gioco, producendone un remake anche per macchine moderne come la PSP e Nintendo DS, mantenendo intatto il gameplay, che a distanza di 30 anni, funziona ancora alla grande.
-
Retrogaming: Paperboy (1985, Atari)

1986: John Salwitz (programmatore) e Dave Ralston (concept e artwork) davanti alla loro creazione: Paperboy. Salwitz e Ralston iniziarono la collaborazione con Atari nei primi anni '80, in piena “golden ... Read More

Retrogaming: Quando i Videogiochi diventano Fumetti

L'Artista "Rusty Shackless" da diversi anni si diverte a reinterpretare i classici dei videogiochi nello stile dei fumetti americani anni 70 / 80. Alcune copertine sono così ben riuscite che, ... Read More

Retrogaming: Akalabeth, il Primo RPG di Lord British

Nel 1980 Richard Garriott, il futuro Lord British e papà della famosa serie di Ultima, lavorava come commesso estivo in un negozio di computer a Houston, "Computerland". Tra un cliente ... Read More

Retro Game Story: Instancabili Campioni di Videogiochi

Quando vi sentite in colpa perché avete perso tutta la giornata dietro un videogioco non fatevi venire la depressione e piuttosto pensate a Carrie Swidecki, campionessa di Just Dance. Carrie è ... Read More